martedì 30 settembre 2008

4°Tappa Madonna dei Partigiani-Sassello-Lago dei Gulli




ci si sveglia presto anche stamattina, dobbiamo scendere a sassello e poi, chissà, forse tenteremo il oggi la calata su Pontinvrea...mah...
intanto pregustiamo (e poi gusteremo) un cappuccino da Jole...


allora, abbiamo fatto colazione, abbiamo comprato i viveri per il pranzo, attraversiamo il paese di sassello lungo la 334 oltrepassiamo il ponte sul rio giua e poi svoltiamo a desta per entrare nella Foresta Demaniale della Deiva...
e qui prendiamo la cantonata che decide il nostro itinerario di oggi, in pratica ad un bivio prendiamo il sentiero per Piani sottani e Lago dei Gulli, ed è lì che andremo, visto che non ci siamo andati ieri...il paesaggio è comunque meraviglioso, si attraversa una pneta, tra l'odore della resina, peccato soltanto che la siccità di quest'estate abbia prosciugato molti dei rigagnoli e torrentelli che attraversano il sentiero...
non è così per il Rio della Giumenta che ci attraversa la strada giusto per offrirci un ristoro e un piccolo ma necessario refrigerio
ecco la pineta.


ed ecco finalmente il Lago dei Gulli (che ho scoperto che si chiama così perchè in ligure i Gulli sono i Barbi, pesci di cui l'Erro abbonda)
siamo di nuovo in riva all'erro infine, certo la siccità anche qui si fa sentire
Vorrei fare notare anche che in molti punti abbiamo notato che la gente costruisce dighe e sbarramenti di sassi (forse per attraversare, forse per diletto) che in regime di acque molto basse crea ulteriori problemi all'ecosistema, con la formazione di pozze di acque ferme e stagnanti (mi sembra che bastino già tutti qquei guadi, briglie,laminatori,pescaggi di acquedotti e simili a tagliare la strada ai pesci, non mettiamoci anche noi)
nella foto in alto potete notare una delle dighe inutili e improvvisate.
dopo il nostro passaggio ne mancava metà :)
questo è il Lago dei Gulli oggi !!! 8 anni fa la spiaggia di ghiaia che vedete era un metro e mezzo più bassa, in pratica era il fondo del fiume...
dalla sinistra della foto discende l'Erro, anzi discendeva poichè anche lì ci sono almeno tre quattro sbarramenti di ghiaia e sassi in meno di 20 metri... (ma stesse a casa certa gente)...

La valle dell'Erro verso Pontinvrea (sulla sinistra il nuovo ponte della strada intercomunale Sassello-Mioglia)
Paola va verso Occidente...dai che è quasi notte, dobbiamo accamparci!!!!

oggi la tenda la facciamo vedere così, chiusa, fa impressione pensare che abbiamo dormito in un affare così piccolo...

bom ,dai è tardi e inizio a dire belinate.. ora manca solo l'ultima tappa Sassello-Pontinvrea, percorso affascinante, luoghi meravigliosi....stay tuned!!

1 commento:

paolo ha detto...

bravi bbarrocu e ppaola... dai dai con la quinta tappa!