lunedì 29 dicembre 2008

felice casorati "Per sé e per suo ciel concepe e figlia"


“Rinchiuso in una minuscola soffitta, gelida l'inverno e soffocante l'estate, passai momenti di perfetta felicità con i miei colori e con la mia tavolozza. Come amavo il mio mestiere! La povertà completa non mi permetteva spese, io stesso macinavo i miei colori: poche terre, il bianco, il nero; dipingevo su qualsiasi materiale...”


“Intediamo ribadire che la bellezza è il volto della verità che solo per suo mezzo agli esseri che hanno comunione d'amore con la natura, alle anime religiose dei poeti, piamente si rivela ciò che nessun raziocinio di scienza e di filosofia chiarirà mai: l'ombra dell'ombra, la luce della luce, la vita e l'amore, la morte, la terrestre umana e la celeste anima del mondo nel suo più puro mistero...”


Ho letto una volta queste parole: "Poco importa il modo con cui si amano le cose, quando si amano veramente". E io sentivo di amarle veramente: bisognava non più tradire questo amore...


“Non credo alla serieta` di una critica biografica tanto comoda e cara ai facili scrittori d'un tempo. Però non si può escludere che i casi della vita influiscano sugli artisti... Se io non fossi stato bersagliato in quell'epoca da tanti dolori, non sarebbero nate quelle figure angolose, allucinate, impaurile, immerse in una luce spettrale…”

giovedì 11 dicembre 2008

snowman



mannaggia, era una vita che non facevo un pupazzo di neve..questo è il risultato..si vede lo scarso allenamento...
la seconda foto è un po' inquietante..

lunedì 1 dicembre 2008